Intervista a Roberta Milano

Advisory Board | Food & Wine Tourism

Roberta Milano – Docente, Università Cattolica del Sacro Cuore | Milano

In tre righe, dal tuo punto di vista e per quello che hai compreso ad oggi, quali le principali novità che immagini potrebbero essere presentate a BTO11? Insomma, un invito per il pubblico a partecipare.
La velocità del cambiamento nel turismo è esponenziale, la complessità aumenta di anno in anno. BTO è un evento e anche un faro, per orientarsi nella trasformazione digitale: per capire, per studiare, per sviluppare competenze e per imparare ad agire.

Nel tuo gruppo di lavoro, di cosa ti stai occupando nello specifico?
Sono la coordinatrice del gruppo Food & Wine. Ci stiamo occupando di tradurre in un programma scientifico la sfida di connettere turismo, enogastronomia e innovazione. Un programma che si rivolga anche a un pubblico nuovo per BTO: ristoratori, produttori, intermediari e governance della filiera enogastronomica. La sfida non è semplice, turismo e enogastronomia viaggiano troppo spesso su binari paralleli. Il nostro obiettivo è sia culturale sia formativo: dimostrare il legame forte tra i due settori, collegare le narrazioni digitali di prodotti e territori e individuare best practice che, semplicemente con il loro esempio, indichino strade percorribili già oggi.

Destination, Digital Strategy, Food and Wine Tourism e Hospitality, i principali topic di BTO11. Il tuo contributo andrà a confluire nel palinsesto scientifico. Il tema di sfondo è SMART, ci aiuti a declinarlo dal tuo punto di vista e sul tema di cui ti stai occupando?
Smart Tourism collegato a Smart Agrifood: il nostro obiettivo non è la tecnologia in sé ma la tecnologia come fattore abilitante di cambiamenti. La migliore tecnologia è sempre quella che non si vede (ma c’è!). Cercheremo di capire come la tecnologia può migliorare l’esperienza nel turismo enogastronomico. Se “Smart” è quell’insieme di pratiche intelligenti che aiutano cittadini e turisti a migliorare la propria esperienza o fruizione di un luogo, noi ci focalizzeremo su questa connotazione per il Food & Wine: dalla prenotazione online dei ristoranti -che sta crescendo vistosamente- ai primi esperimenti di blockchain nel settore.

Hai altro da dirci?
Vorrei salutarvi con una citazione che amo molto: “chi semina utopia raccoglie realtà” (Carlo Petrini).