Intervista a Giancarlo Piccirillo

Advisory Board | Food & Wine Tourism

Giancarlo Piccirillo – Progetto FactorYmpresa Turismo, INVITALIA | Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA

In tre righe, dal tuo punto di vista e per quello che hai compreso ad oggi, quali le principali novità che immagini potrebbero essere presentate a BTO11? Insomma, un invito per il pubblico a partecipare.
Uno sguardo aperto sul futuro del turismo, un futuro – che in alcune parti del mondo è già presente – denso di opportunità derivanti dallo sviluppo di sistemi in grado di rendere più intelligente l’agire dei diversi attori del turismo come destinazioni, operatori e viaggiatori.

Nel tuo gruppo di lavoro, di cosa ti stai occupando nello specifico?
Sto lavorando sulla Food Innovation, ovvero sulle trasformazioni in atto sia nella filiera enogastronomica che nei processi di acquisto e consumo di cibo nel mondo, e sul loro impatto sul mondo del travel.

Destination, Digital Strategy, Food and Wine Tourism e Hospitality, i principali topic di BTO11. Il tuo contributo andrà a confluire nel palinsesto scientifico. Il tema di sfondo è SMART, ci aiuti a declinarlo dal tuo punto di vista e sul tema di cui ti stai occupando?
L’utilizzo delle informazioni può cambiare in modo radicale il Tourism&Travel: valorizzare le informazioni prodotte e raccolte negli ambienti digitali, può migliorare in modo significativo l’esperienza dei turisti, l’organizzazione delle destinazioni, il benessere delle comunità, la redditività delle imprese. Nell’enorme filiera che produce e vende esperienze enogastronomiche ai viaggiatori, la produzione di servizi innovativi è un fenomeno globale già in atto: BTO vuole indagare e presentare le punte più avanzate di questa innovazione e connetterle all’industria turistica italiana.