Design for Sustainable Cities: Sostenibile e Desiderabile

L’agenda della responsabiita sociale e’ ormai sostenuta anche ai governi e da molti importanti stakeholder.

La sfida e’ oggi nella trasposizione di nuovi modelli e tecnologie in settori e organizzazioni di lunga tradizione.

Un caso di scuola e’ quello legato alla necessita di persuadere modificare abitudini consolidate in favore di altre a minor impatto ambientale, per esempio, soprattutto quando questo cambiamento richiede di sostenere costi maggiori.

Il service design può aiutare a trovare soluzioni a queste sfide. Sono molti i problemi che i designer possono contribuire a risolvere. Gli interventi si realizzano a tre livelli:

  • quello base, proprio dell’azione individuale;
  • quello intermedio, di gruppi nei quali gli individui conservano ancora una certa influenza;
  • il livello macro: quello dei governi, delle organizzazioni internazionali e delle grandi corporazioni.

Nel confine esterno del livello intermedio troviamo le città, ancora potenzialmente capaci di adottare politiche coerenti per il cambiamento.

Probabilmente le città, più delle iniziative individuali, e’ il più efficace ambito nel quale collocare la visione utopistica del momento.

La città è un significativo spazio d’azione per la creazione di un futuro sostenibile.

*** *** ***

Sono molte le buone idee di urban design di cui si discute, sebbene sia ancora difficile individuare una città che ne abbia integrato un gran numero in un sistema realmente olistico.

Quello di cui abbiamo bisogno e’ un approccio sistemico a queste iniziative, che formi la base di una nuova teoria di sviluppo urbano sostenibile.    

Keynote Speaker 
Barbara Marcotulli Experience Design 
Paolo Giordano Doing
Marco Zappalorto Nesta 

Talkbacker
Emmanuele Curti Fondazione Matera-Basilicata 2019

Tutti gli eventi del 29 novembre [Day ONE]